Immagine raffigurante il logo dell'

I.P.S.S.A.R. Beltrame Vittorio Veneto
Via Carso, 114 – 31029 Vittorio Veneto (TV) • Tel. 0438556128 - Cod. Tesoreria: 223 Conto Tesoreria: 317492 – conto corrente postale: 14795314
Codice Fiscale: 93005790261 - Codice Ministeriale: TVRH06000P - IBAN: IT88T0533662191000040733362
Crédit Agricole Friuladria SPA - Pordenone - Piazza XX Settembre, 2
Codice Univoco Ufficio: UFUM4M (per pagamento Fatture Elettroniche)

Art. 2 Comportamento degli Studenti

1. Frequenza

La frequenza scolastica quotidiana è un obbligo cui si impegnano gli alunni e le loro famiglie all’atto dell’iscrizione. Le assenze non debitamente motivate, oltre a compromettere seriamente la continuità degli studi, costituiscono un oggettivo impedimento al successo scolastico.

2. Registro di classe

Gli alunni consultano il registro on line di classe per tutte le informazioni loro necessarie. Le credenziali distinte per genitori/tutori ed alunni/e vengono rilasciati all’atto dell’iscrizioni.
Le credenziali sono personali e non possono essere cedute

3. Assenze e permessi

Il libretto personale delle assenze, in versione on line, è obbligatorio per tutti gli alunni. Le credenziali, vengono consegnate ai genitori all’atto dell’iscrizione.
La motivazione dell’assenza deve essere scritta.
Le assenze devono essere giustificate il giorno del rientro a scuola, utilizzando esclusivamente il libretto on line ed essere verificate dal docente della prima ora di lezione. Si potrà giustificare entro al massimo tre giorni successivi. Dopo tale periodo l’assenza/ritardo/uscita anticipata non sarà più giustificabile e verrà valutata come “non rispetto delle regole”. 
La Presidenza dell’Istituto si riserva di verificare le giustificazioni con opportuni interventi e di non accoglierle, qualora risultino non veritiere. In questo caso i genitori o chi ne fa le veci saranno tenuti a giustificare di persona o per telefono i propri figli.
Dopo cinque giorni di assenza per malattia è opportuno portare il certificato medico, per poter usufruire della deroga sul monte ore delle assenze ai fini della validità dell’anno scolastico.
Agli studenti maggiorenni è data la possibilità (riconosciuta il diritto) di procedere a fornire la giustificazione dell’assenza. Resta, comunque, la facoltà della Direzione verificare l’attendibilità della dichiarazione interpellando i genitori, proprio per la loro persistente responsabilità educativa
Lo Statuto delle studentesse e degli studenti della Scuola Secondaria, emanato con il D.P.R. n.249 del 24 giugno 1998, all’art.3 (doveri), recita che “Gli studenti sono tenuti a frequentare regolarmente i corsi e ad assolvere assiduamente agli impegni di studio”. Questo dovere di frequentare con regolarità è stato precisato ulteriormente dal D.P.R. n.122 del 22 giugno 2009 (“Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni ….) che  prevede all’art.14 comma 7: “A decorrere dall'anno scolastico di entrata in vigore della riforma della scuola secondaria di secondo grado, ai fini della validità dell'anno scolastico, compreso quello relativo all'ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell'orario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, analogamente a quanto previsto per il primo ciclo, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l'esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all'esame finale di ciclo”.
Costituirà mancanza disciplinare grave l’assenza materiale di uno studente a fronte della sua registrazione all’ingresso (vedi tabella disposizioni disciplinari).

4. Scioperi o astensioni collettive

Gli scioperi o le astensioni collettive devono essere seguite, nel giorno immediatamente successivo, da una dichiarazione del genitore con la quale si attesta di essere a conoscenza della scelta operata dal proprio figlio.

5. Ritardi, uscite posticipate e anticipate, permessi.

I permessi di entrata posticipata o di uscita anticipata saranno firmati dal docente della classe, o dai Collaboratori e saranno annotati sul registro di classe dall’insegnante della prima ora.
Le entrate posticipate e le uscite anticipate devono avere carattere eccezionale.
Per esigenze di trasporto, su richiesta dei genitori, potranno essere concessi limitati permessi permanenti d’entrata posticipata e/o di uscita anticipata dopo che la Direzione abbia verificato gli orari con le Aziende di trasporto e, comunque, in situazioni eccezionali.
Gli alunni che arrivano in ritardo senza giustificazione scritta, vengono ammessi con riserva compilando uno specifico stampato e dovranno presentare la giustificazione entro il giorno successivo.
Agli alunni non è consentito lasciare la scuola prima della fine delle lezioni, a meno che non abbia un permesso firmato da un genitore.
Nel caso di reiterate uscite anticipate, se ne chiederà al genitore ragione scritta, che resterà agli atti della scuola. In caso di malessere, l’alunno avviserà la presidenza che ne informerà la famiglia o, nei casi più gravi, provvederà a chiamare il pronto soccorso.

6. Alunni maggiorenni

Per gli alunni maggiorenni, su segnalazione del Docente Coordinatore, si provvederà periodicamente a comunicare alle famiglie, mediante avviso telefonico, il numero delle assenze, delle entrate posticipate/uscite anticipate e dei ritardi.

7. Comportamento 

a) Nell’Istituto

Gli alunni hanno il dovere di rispettare i locali e l’arredamento della scuola e di adoperare con la massima cura il materiale e gli strumenti didattici messi a loro disposizione;

devono avere un uguale rispetto sia verso gli oggetti personali, sia verso quelli dei propri compagni (libri, articoli scolastici, vestiario, ecc.), che non potranno essere manomessi o danneggiati;

sono tenuti ad un abbigliamento che rispetti la serietà e il decoro dell’ambiente scolastico (es. pantaloni eccessivamente stracciati, pance scoperte, scollature eccessive, bermuda, minigonne e ciabatte infradito. In modo particolare deve essere adeguato anche l’abbigliamento durante la lezione di scienze motorie.);

dovranno avere un linguaggio ed un comportamento adeguati all’ambiente ed evitare nei rapporti con i compagni, con il personale docente e non docente ogni atteggiamento sconveniente in parole, gesti o azioni;

gli alunni, durante le ore di lezione, sono tenuti a partecipare attivamente con impegno e correttezza di comportamento;

è consentito uscire dalle classi, solo per valide ragioni e, in ogni caso, dopo aver ottenuto il permesso dall’insegnante.

Non è consentito allontanarsi dalle classi, né uscire nei corridoi durante i cambi di ora;

gli studenti, nell’attesa dell’arrivo dell’insegnante, dovranno rimanere in aula, mantenendo un contegno tale da non disturbare lo svolgimento delle lezioni nelle altre classi.

Non è consentito in nessun caso attivare il cellulare in Istituto, fatta eccezione per la fascia oraria della ricreazione. Il cellulare deve essere tenuto spento all’interno dello zaino. Per gravi motivi il docente potrà concederne l’uso, dietro esplicita richiesta. In caso di inadempienza il telefonino verrà ritirato e consegnato in Presidenza che provvederà a riconsegnarlo direttamente ai genitori dell’alunno.

Il cellulare potrà essere utilizzato a scopi didattici e il docente dovrà annotarne l’utilizzo nel registro on line.

Verrà ritirato e consegnato in Presidenza anche tutto il materiale che crea distrazione durante l’attività didattica (carte da gioco, Walk-man, lettori CD, …)

Di norma, le ore di lezione sono intervallate da una pausa di dieci/quindici minuti successiva alla terza ora. Si raccomanda in particolare la correttezza del comportamento in tale periodo e la puntualità del rientro in classe al segnale della campanella perché l’attività didattica possa riprendere con regolarità.

La ricreazione deve essere fatta fuori dalle aule e preferibilmente all’aperto.

Durante la ricreazione gli studenti non possono accedere alle zone adibite a parcheggio.

È vietato fumare all’interno e all’eterno dell’Istituto ed in tutto il Campus Scolastico in applicazione della legge in vigore.

E’ parimenti vietato far cadere mozziconi di sigaretta.

Particolare attenzione dovrà essere posta da tutti per il rispetto della pulizia dei locali interni e degli spazi esterni dell’Istituto. 

La Direzione si riserva di impegnare gli alunni che abbiano lasciato lo spazio – aula in condizioni di sporcizia, a procedere alla pulizia al mattino dopo o durante la ricreazione.

b)     Nelle classi e nei laboratori

Per le discipline di carattere tecnico-operativo o di informatica gli allievi sono tenuti a venire a scuola forniti di tutto il materiale occorrente per svolgere le attività didattiche. 
È vietato lasciare nelle classi o nei laboratori materiale didattico di proprietà dell’alunno: libri, strumenti, cartelle, ecc.
Gli alunni durante le esercitazioni pratiche sono tenuti ad indossare le divise richieste. I capi d’abbigliamento devono essere ordinati e puliti. Il docente di Laboratorio ha facoltà di esigere una cura della persona coerente con le attività svolte.
Non è consentito consumare cibo e bevande in classe.

c)  Durante i periodi stage in azienda

Il comportamento degli studenti durante gli stage in aziende, studi o laboratori artigianali dovrà essere ispirato alla massima correttezza e educazione.

Lo studente, impegnato in stage, deve:

  • rispettare gli orari di lavoro;
  • rispettare tutto il personale, direttivo e non, con cui entra in contatto;
  • svolgere le mansioni assegnate con la massima diligenza;
  • avere massima attenzione nel rispetto delle norme di sicurezza personale e collettiva, dei materiali e delle attrezzature messi a disposizione;
  • dare immediata comunicazione ai tutori di eventuali rotture o danni nei quali involontariamente possa essere incorso.

In caso di danni provocati volontariamente o a causa di negligenza, saranno presi, fatte salve le responsabilità civili o penali (rifusione parziale o totale del danno, ecc.), opportuni provvedimenti disciplinari.

Deve rispettare le regole della struttura nella quale viene ospitato, in particolare la suddivisione dei reparti e dei bagni per maschi e femmine, qualora presente.

8. Attività varie

La comunicazione agli alunni di notizie, iniziative ed attività varie potrà avvenire solo previa autorizzazione del Dirigente Scolastico.

9. Accesso ai laboratori 

È obbligatoria la presenza di un insegnante ove si richieda l’accesso ai laboratori anche nelle ore pomeridiane. Gli alunni interessati ad utilizzare laboratori per lo svolgimento di attività didattiche, al di fuori del normale orario disciplinare, dovranno prendere accordi preventivi con gli insegnanti responsabili, dandone comunicazione alla Presidenza all’atto della richiesta di permesso.

È espressamente richiesto il massimo rispetto dei relativi regolamenti.